Tirocinio

Il Tirocinio è un'esperienza guidata di apprendimento sul campo che si snoda nell'arco dei tre anni del percorso formativo del laureando/a in Servizio Sociale; si svolge in contesti reali (inserimento in Enti e servizi pubblici, del privato sociale e del privato profit) per consentire la sperimentazione e l'acquisizione graduale di competenze, funzioni e compiti propri del/della futuro/a professionista Assistente sociale.

Durante il primo anno il Tirocinio è mirato ad analizzare e comprendere il contesto territoriale e dei servizi alla persona e ad un preliminare avvicinamento alle competenze della figura dell'Assistente sociale attraverso una ricognizione sul campo, finalizzata a mettere a fuoco la realtà operativa nei diversi ambiti ed aree di intervento.

Nel secondo anno l'attenzione si focalizza sulla comprensione e conoscenza del contesto organizzativo, sulla capacità di orientarsi in una realtà nelle sue interrelazioni con i diversi contesti operativi e sulla acquisizione di metodologie e strumenti professionali specifici.

Nel terzo anno il lavoro è mirato alla comprensione e sperimentazione del ruolo dell'Assistente sociale, con particolare riferimento al lavoro progettuale e al contatto diretto con gli utenti.

Le attività di Tirocinio previste devono coprire un minimo di 500 ore e danno luogo all'acquisizione di 20 CFU nei tre anni.

Per ogni anno di corso la frequenza al Tirocinio è obbligatoria sia per le lezioni di Guida al Tirocinio, nella misura di almeno il 75% delle ore, sia per l’attività presso gli Enti.

La verifica dei risultati conseguiti dallo studente nel Tirocinio concorre rispettivamente alla valutazione che esso avrà negli esami di:

  • Principi e fondamenti del Servizio Sociale (primo anno);
  • Metodi e tecniche del Servizio Sociale I (secondo anno);
  • Metodi e tecniche del Servizio Sociale II (terzo anno).
 
Gli studenti possono trovare i materiali didattici sulla piattaforma e-learning nelle pagine dedicate alle attività di Tirocinio.